Champions League: ritorno dei quarti di finale

Pep Guardiola tanti dubbi sul suo futuro in Baviera (immagine presa dal sito ufficiale della Champions League)

Ci siamo. Quattro squadre tra stasera e domani sentiranno il profumo della gloria, le altre quattro invece saranno dominate dai rimpianti e verranno rispedite nell’oblio. L’andata del terz’ultimo turno di Champions League, ha visto solo una squadra, il Barcellona, vincere in trasferta e avendolo fatto in maniera dominante e quasi presuntuosa, si presenteranno stasera tra le mura amiche del Camp Nou, con un piede già in semifinale. Le altre tre partite invece, restano completamente in bilico. Vediamo nel dettaglio quali saranno i match che caratterizzeranno la serata di martedì 21 Aprile e quella di mercoledì 22.

Martedì 21 Aprile

Bayern Monaco -Porto (1-3) ore 20.45, diretta in esclusiva su Sky

Il risultato più clamoroso dei quattro match d’andata è sicuramente quello del ”Do Dragao” dove il Porto è riuscito a compiere uno dei più grossi colpi a sorpresa degli ultimi anni, in questa manifestazione. Il Bayern, presentatosi in formazione rimaneggiata, condendo il tutto con un filo di olio d’arroganza, esce dalla trasferta iberica con le ossa rotte, con la mente offuscata, incapace per tutta la partita di imporre il proprio gioco e la propria superiorità. La squadra di Lopetegui, grande amico di Pep Guardiola, come temeva il tecnico catalano, colpisce il bersaglio grosso e grazie anche ai clamorosi svarioni difensivi della nuova ditta di formaggio coi buchi ”Boateng&Dante”, va a cogliere un successo storico, che rimanda alla mente la sfida di 18 anni fa, nella finale di quella che una volta era la Coppa dei Campioni, oggi Champions League. Più è grosso e più fa rumore quando cade, così si dice, e così è stato. L’effetto domino provocato dalla sconfitta dei bavaresi infatti, ha mandato all’aria il ricco e prestigioso progetto di Guardiola e soci. Allontanato lo storico medico sociale del Bayern (dopo 38 anni!), stasera il catalano dovrà provare il tutto per tutto per ribaltare il risultato dell’andata, e, vista la potenza dell’altofuoco bavarese, il pronostico è apertissimo. Out sicuramente Alaba, Benatia e Martinez, si farà di tutto per recuperare Robben, Schweinsteiger e Ribery, i quali potrebbero inizialmente partire dalla panchina. Dall’altra parte invece, molto gravi le assenze dei due esterni difensivi, entrambi squalificati: Danilo, che ha già un contratto con il Real Madrid per la prossima stagione e quell’ Alex Sandro, esterno sinistro nel mirino di molti club italiani. Attenzione ai numeri, il Bayern Monaco quest’anno in Champions League, su 4 partite casalinghe ha segnato 13 reti senza subirne nessuna e vincendo tutte e 4 le sfide.

Probabili formazioni Bayern: Neuer; Rafinha, Boateng, Badstuber, Bernat; Alonso, Lahm, Thiago; Götze, Müller; Lewandowski. Porto: Fabiano; Ricardo, Maicon, Marcano, Martins Indi; Herrera, Casemiro, Óliver Torres; Quaresma, Martinez, Brahimi.

Barcellona-Psg (3-1)  ore 20.45 diretta in esclusiva su Sky

L’altro match in programma nella serata di martedì 21 Aprile è quello tra il Barcellona e il PSG, forse la sfida meno aperta tra le quattro. L’andata infatti, ha suggellato la forma straripante del Barcellona di Luis Enrique, sicuramente nel momento migliore della stagione, che sembra anche superiore ai blaugrana allenati da Guardiola, capaci di vincere 2 Champions League in 3 anni. Grande merito va dato sicuramente al tridente delle meraviglie, Messi, Suarez, Neymar, per qualcuno il tridente più forte della storia del calcio, almeno degli ultimi 30 anni. L’andata ha visto gli svarioni del brasiliano David Luiz, forse invidioso di quello che stava accadendo al suo connazionale Dante, qualche migliaia di chilometri più a Sud, fatto sta che la sveglia presa dai parigini, difficilmente potrà essere cancellata, nonostante il rientro stasera di due pedine fondamentale dello scacchiere di Blanc: Ibrahimovic (mai troppo amato qui, anzi e ancora alla ricerca della grande prestazione in Champions) e dell’italiano Verratti, sul quale proprio Luis Enrique ha speso parole al miele i giorni scorsi. Impresa proibitiva oltretutto se si vanno a vedere i numeri dei catalani nelle ultime partite: il Barcellona infatti, ha vinto 22 delle ultime 24 partite, mentre spostando l’attenzione solo sulla Champions, negli ultimi 31 match casalinghi  hanno subito una sola sconfitta e negli ultimi 9 incontri, 8 vittorie e 1 pareggio, una macchina da guerra. Impresa proibitiva è poco, ma si sa che il calcio è meraviglioso quando potrebbe accadere l’impossibile.

Probabili Formazioni BarcellonaTer Stegen; Alves, Piqué, Mascherano, Alba; Rakitić, Busquets, Iniesta; Suárez, Messi, Neymar. PSG: Sirigu; Van der Wiel, David Luiz, Marquinhos, Maxwell; Verrati, Cabaye, Matuidi; Cavani, Ibrahimović, Pastore.

Mercoledì 22 Aprile

Monaco-Juventus (0-1) ore 20.45 diretta su Canale 5

Sfida apertissima invece domani sera al ”Louis II” dove la Juventus dovrà alzare il livello d’intensità per mantenere il vantaggio di misura acquisito all’andata, grazie al calcio di rigore splendidamente realizzato da Vidal. I Bianconeri infatti, sette giorni fa, scesi in campo con la solita paura che accompagna Madama in Champions League, hanno rischiato nei primi 20 minuti di subire una clamorosa imbarcata e devono ringraziare solamente la giovane età mista all’inesperienza degli attaccanti monegaschi e alla grande verve del solito Gianluigi Buffon, per tutti i tifosi bianconeri ”semplicemente” San Gigi. Domani sera tra le mura dello splendido stadio del Principato, dove moltissimi saranno i sostenitori per gli ospiti (è una trasferta che ha poco di trasferta), il Monaco è chiamato a ribaltare le statistiche stagionali che la vogliono più vincente fuori casa che in casa. Ricordiamo come nell’unico precedente fra le due squadre (semifinale di Champions League del 1998), passò la Juventus forte del 4-1 all’andata, ma i bianconeri furono sconfitti per 3-2 al ritorno. Da una parte dovrebbe rientrare rispetto a sette giorni fa, Toulalan, mentre nella Juventus che dovrà ancora fare a meno di Pogba, ci sono dei dubbi su Vidal non al meglio per una tonsillite, ma il Guerriero cileno molto probabilmente stringerà i denti e sarà in campo dal primo minuto. Allegri solo nelle prossime ore scioglierà un altro importante nodo riguardo la formazione: 352 con Barzagli o 4312 con Pereyra?

Probabili Formazioni Monaco: Subašić; Raggi, Fabinho, Abdennour, Kurzawa; Moutinho, Bernardo Silva, Kondogbia; Dirar, Martial, Berbatov. Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo, Vidal; Pereyra; Morata, Tévez.

Real Madrid-Atletico Madrid (0-0) ore 20.45 diretta in esclusiva su Sky

Chiudiamo con quello che è il match probabilmente più atteso e , visto il risultato dell’andata, anche quello più in bilico, oltre ad essere uno dei derby più famosi del globo ed essere la rivincita (ennesima per altro) della finale di Champions League dello scorso anno. All’andata il Real ha dominato, ma, grazie alla grinta e alla compattezza, armi principali della squadre del Cholo Simeone, le merengues non sono riuscite ad andare oltre uno 0-0, risultato perfetto per quelli che stasera saranno ospiti del Santiago Bernabeu. Il Real oltretutto, arriva da un momento molto complicato: Ancelotti e anche molti giocatori, sono stati duramente contestati nelle ultime settimane e, come se non bastasse, l’allenatore italiano deve fare i conti con una lunga serie di infortuni che hanno paradossalmente minato la lunga e dorata rosa a disposizione. Mancheranno tra i Blancos infatti, Marcelo (squalificato), Modric (fino a fine stagione) e Bale (uno dei più contestati), oltre a Benzema in forte dubbio. Dall’altra parte invece, l’ex allenatore di Estudiantes, San Lorenzo, River Plate e Catania, avrà il solo Suarez assente per squalifica e potrà quindi scegliere la migliore formazione possibile, con la consapevolezza che un pareggio con gol, potrebbe bastare per una clamorosa seconda semifinale di seguito in questa manifestazione. Ricordiamo come il Real nel match degli ottavi contro lo Schalke, dopo essere stati sconfitti per 4-3, hanno messo fine ad una serie di 11 vittorie consecutive in casa in Champions League. L’atletico Madrid lo scorso anno proprio ai quarti eliminò un’altra spagnola, assolutamente favorita rispetto ai Colchoneros: il Barcellona.

Probabili Formazioni Real Madrid: Casillas; Carvajal, Ramos, Pepe, Coentrão; Isco, Illarramendi, Kroos, James Rodríguez; Ronaldo, Hernández Atletico Madrid: Oblak; Juanfran, Miranda, Godín, Siqueira; Arda Turan, Gabi, Tiago, Koke; Griezmann, Mandžukić.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*