Giro d’Italia 2015: 1^ Tappa, la preview

San Lorenzo a Mare – Sanremo -17,6 km- Cronometro a squadre

Il Giro d’Italia 2015 prende il via come tradizione recente vuole, con una cronosquadre che assegnerà al primo corridore che taglierà il traguardo nella squadra che avrà ottenuto il miglior tempo, la prima Maglia Rosa 2015. La caratteristica principale della prima giornata di corsa, sarà il fatto che la gara si snoderà per oltre metà percorso all’interno della pista ciclabile denominata ”Riviera dei Fiori” che costeggia il litorale ligure e sarà una prima mondiale assoluta su un percorso di questo genere. Spettacolo visivo assicurato come al solito per quanto riguarda i panorami meravigliosi dell’Italia, con la speranza che anche il tempo sia clemente e possa farci godere il meraviglioso paesaggio della Liguria. L’arrivo sarà sul lungomare ”Italo Calvino”, dove per un po’ di anni, fino al 2014, si è conclusa la Milano-Sanremo.

Orari di Partenza

1. Lampre-Merida, 15.10;

2. Ag2r, 15.15;

3. Androni, 15.20;

4. Astana, 15.25;

5. Nippo-Vini Fantini, 15.30;

6. Trek, 15.35;

7. Bardiani Csf, 15.40;

8. Bmc, 15.45;

9. Sky, 15.50;

10. Etixx-Quick Step, 15.55;

11. Giant-Alpecin, 16.00;

12. Iam, 16.05;

13. Movistar, 16.10;

14. Southeast, 16.15;

15. CCC Sprandi, 16.20;

16. Orica, 16.25;

17. Lotto NL, 16.30;

18. Lotto Soudal, 16.35;

19. Katusha, 16.40;

20. Tinkoff-Saxo, 16.45;

21. Cannondale-Garmin, 16.50;

22. Fdj, 16.55.

T03_Spezia_plan

Planimetria della 1^ tappa tratta da http://www.gazzetta.it/Giroditalia/2015/it/tappa/01/info-tecniche/

Il Giro a Sanremo

IF

Un immagine della pista ciclabile ”Riviera dei fiori” tratta dal sito www.albergolucciola.com

Sarà l’undicesima volta in cui il Giro d’Italia farà tappa nella ”città dei fiori” , per la prima volta però, sarà un Festival dedicato esclusivamente ai gruppi e non ai solisti. Nei precedenti 10 arrivi, 7 volte ha vinto un italiano, l’ultima volta che si arrivò qui è stato il 1987, l’anno dell’incredibile filotto di Stephen Roche che vinse Giro, Tour e Mondiale e che è stato proprio l’ultimo vincitore della tappa sanremese (una cronometro individuale). Altra curiosità, quell’anno il Giro d’Italia vide come sede d’arrivo Sanremo per ben due volte, nel cronoprologo dove ci fu la vittoria di Visentin e il giorno dopo nella semi-tappa pomeridiana, dove appunto trionfo il futuro vincitore di quella corsa, Roche.

La prima Maglia Rosa

Quella di sabato sarà la nona volta nella storia in cui la prima maglia rosa verrà assegnata dopo una cronometro a squadre, la sesta nelle ultime nove edizioni. Negli anni 2000 l’Italia ha avuto un corridore capace di indossare il primo giorno il simbolo del primato, solo quattro volte: nel 2003 con Petacchi che vinse in volata a Lecce, nel 2006 con Savoldelli che vinse il cronoprologo di Seraing, nel 2007 con Gasparotto che tagliò per primo il traguardo, con la sua Liquigas che realizzò il miglior tempo ( e tutti ci ricordiamo che si prese in mondovisione un ingeneroso vaffa da Di Luca) e nel 2011 con Pinotti che vinse la cronometro a squadre con la sua HTC-High Road, che gli regalò il sogno di vestire la Maglia Rosa. Lo scorso anno il simbolo del primato, dopo la cronosquadre vinta dall’australiana Orica-Green Edge è stata indossata dal veterano canadese Tuft. Altra curiosità, sempre rimanendo negli anni 2000, è forte la connotazione anglosassone in Maglia Rosa al primo giorno, se in 15 edizioni infatti, il simbolo del primato è stato vestito al termine del primo giorno, 4 volte da un italiano e 1 volta a testa da Spagna (Dominguez), Repubblica Ceca (Hruska) e Belgio (Verbrugghe), le rimanenti 8 edizioni se le sono spartite Gran Bretagna 3 volte (2 volte con Cavendish che è anche l’atleta più volte in rosa al primo giorno negli anni 2000 e una volta con Sir Bradley Wiggins), Stati Uniti e Australia 2 volte a testa (Phinney e Vandevelde a stelle e strisce, Mcgee e Lancaster per il ”nuovissimo continente”) e 1 volta per il Canada con Tuft lo scorso anno.

I vincitori delle 8 cronosquadre, corse all’avvio del Giro

1954 Bianchi (ITA)
1971 Salvarani (ITA)
1982 Renault (FRA)
2007 Liquigas (ITA)
2008 Garmin (USA)
2009 Team Columbia (USA)
2011 HTC (USA)
2014 Orica (AUS)

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*