Giro d’Italia 2015, 13^ tappa: Modolo e Aru, la prima volta

Prima vittoria in carriera per Modolo, che finalmente si sblocca al Giro d’Italia, dopo averla inseguita per tanti anni e prima volta in Rosa per Fabio Aru, a causa di una caduta che coinvolge nel finale Contador e Porte, con quest’ultimo molto attardato e ormai definitivamente fuori dalla lotta per il podio. La tappa vissuta interamente sotto la pioggia, prima dell’epilogo in volata, vede una caduta innescata da Hesjedal e ALafaci a 3,3 dall’arrivo e come detto costringe a perdere terreno i già citati Contador e Porte. La vittoria va a Modolo, la più importante della sua carriera, splendidamente pilotato da Ferrari e Richeze, al secondo posto l’eterno piazzato Nizzolo e al terzo posto Viviani. Ai piedi del podio il russo Porsev, il rumeno Grosu (miglior risultato di sempre di un rumeno in un Grande Giro), Richeze, Hofland, Ruffoni, Mezgec e Haussler che chiude la Top ten.

Domani crono decisiva, di 59,4 km.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*