Giro d’Italia 2015, 9^ tappa: Benevento-San Giorgio del Sannio 215km

La 9^ tappa del Giro d’Italia 2015, la Benevento-San Giorgio del Sannio di 215km, sarà il punto più a sud di questa 98esima edizione. Con i suoi 3 Gran Premi della Montagna seminati lungo un percorso senza un metro di pianura e che non darà un attimo di respiro ai corridori (tanto per cambiare), sulla carta si presta ad essere in assoluto una delle tappe più difficili di questa edizione della Corsa Rosa. Una piccola Liegi-Bastogne-Liegi, con la sua altimetria da Grande Classica, la Benevento-San Giorgio del Sannio arriverà prima del giorno di riposo che tutti aspettano dopo otto tappe corse a tutta, in un Giro che a detta di molti è stato fin’ora uno dei più difficili e spettacolari degli ultimi 20 anni.

Tappa interamente campana con partenza intorno alle 11.15 da Benevento; dopo un antipasto di una quarantina di chilometri con qualche saliscendi nella provincia beneventina, il gruppo entrerà nel territorio irpino della provincia di Avellino ed inizierà una lunga sequenza di salite e salitelle, qualcuna segnata ufficialmente come GPM (due di 2^ categoria e uno di 1^categoria), le altre da conoscere solo attraverso le gambe e lo sforzo dei corridori. Il primo Gran Premio della Montagna di giornata, il Monte Termino, è una lunga salita di 20km con il GPM posto al 97km, dalle pendenze regolari, ma che resterà sicuramente nelle gambe dei corridori insieme al successivo Colle Molella, di 1^ Categoria con il traguardo del GPM posto al km 129, a 86 dall’arrivo. Da lì in poi non ci sarà ancora un attimo di tregua e di respiro, con l’ultimo GPM di giornata, lo strappo (duro) di 6 km del Passo Serra, con la cima posta a soli 12 dal traguardo. Gli uomini di classifica hanno terreno per attaccare, i cacciatori di classiche presenti, se in giornata, possono tenere duro e giocarsi la tappa, la fuga di giornata però, se composta da uomini forti e resistenti, potrebbe anche arrivare.

Il Giro a San Giorgio del Sannio

Un precedente arrivo a San Giorgio del Sannio: nel 1987 quando vinse Paolo Rosola.

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*