Anteprima storico-statistica del Giro delle Fiandre

Paterberg: trampolino di lancio per il finale del Giro delle Fiandre

Anteprima storico-statistica del Giro delle Fiandre

Il Giro delle Fiandre 2015, caratterizzerà la domenica di Pasqua e darà il via alla così detta ”settimana santa”, che terminerà la domenica successiva con la Parigi-Roubaix. Prima di conoscere percorso e favoriti per l’edizione numero 99 di quest’anno, vediamo un po’ nel dettaglio quali sono le statistiche storiche che caratterizzano tutte le 98 edizioni precedenti:

Statistiche per Nazioni

Con sole 8 nazioni vittoriose, il Giro delle Fiandre è la Classica Monumento che ha sentito suonare meno inni differenti sul podio, il dominio del Belgio è totale: 68 sono infatti le vittorie dei corridori di casa, a 10 troviamo l’Italia, a 9 l’Olanda, 4 per la Svizzera, solo 3 per la Francia, 2 per la Germania, mentre a 1 chiudono Danimarca e Norvegia.

Delle prime 32 edizioni del Giro delle Fiandre (dal 1913 al 1948), il Belgio ne ha conquistate 31, dominio interrotto solo dalla Svizzera con Heiri Suter nel 1923, prima della storica e per il momento unica tripletta individuale consecutiva mai realizzata, da Fiorenzo Magni, soprannominato il Leone delle Fiandre e capace di vincere qui nel 1949, nel 1950 e nel 1951.

En plein sul podio

Sono 37 su 98 edizioni, le triplette dei padroni di casa (l’ultima volta nel 1999 con Van Petegem, Vandenbroucke, Museeuw),  e 1 per l’Olanda (1981 Kuiper, Pirard, Raas) mentre nessuna altra nazione è riuscita a piazzare tre atleti sul podio nella stessa edizione.

Doppiette sul podio

Le doppiette con primo e secondo posto nella stessa edizione sono invece 9 per il Belgio (2008 l’ultima volta con Devolder e Nuyens) e 1 per l’Italia (1996 Bartoli e Baldato)

pozzatoboonen

Giro delle Fiandre 2012 anno dell’ultimo podio italiano: Pozzato in azione sul Paterberg alla sua ruota l’idolo di casa Tom Boonen,

Le doppiette con primo e terzo posto invece sono 11 per il Belgio (ultima volta 2009 Devolder e Gilbert) e 2 per l’Italia (2001 Bortolami e Zanette e 2007 Ballan e Paolini)

Doppiette sul podio senza vittoria: 11 Belgio (le ultime due volte sempre con due belgi dietro cancellara nel 2010 e 2014) e 2 a testa per Francia e Italia (1969 Gimondi e Basso dietro Merkx e 2012 Ballan e Pozzato dietro Boonen)

Podi totali

In totale, su 294 posti sul podio, il Belgio ne ha occupati 200, segue l’Italia con 28, l’Olanda con 21, Francia 15, Svizzera 7, Germania 6, a 3 troviamo Irlanda e Australia, a 2 Gran Bretagna, Moldova e Danimarca, con 1 chiudono Slovacchia, Stati Uniti, Spagna e Norvegia

Su 10 vittorie italiane al Giro delle Fiandre, 8 volte sono state davanti a corridori di casa, solo la terza di Magni davanti a due francesi e quella di Bortolami davanti a Dekker, non sono non hanno visto corridori belgi subito alle spalle, anche nel caso della doppietta del 1996 Bartoli 1° Baldato 2° al terzo posto concluse un belga

Il Belgio non vince da due edizioni consecutive, l’unica volta in cui la nazione di casa non ha vinto per tre edizioni consecutive è stato nel ’49, ’50 e ’51, quando ci fu la storica tripletta di Magni

Ultime vittorie

L’ultima vittoria dell’Italia è del 2007 (Ballan), l’ultima per la Francia è datata 1992 (con la fuga ”bidone” di Jacky Durand), l’ultima per l’Olanda è addirittura del 1986 quando trionfò Adrie Van Der Poel.

L’ultimo podio senza corridori del Belgio è del 2001, in totale i podi senza belgi su 98 edizioni si possono trovare solo 5 volte: nel 1951, 1961, 1981, 1997 e appunto nel 2001

Record di vittorie consecutive

Il record per un nazione, di vittorie consecutive al Giro delle Fiandre, è ovviamente del Belgio con 25 vittorie tra il 1924 e il 1948, nazionale di casa che vince anche le prime 6 edizioni consecutive; Belgio che è riuscito a fare poker tra il ’57 e il ’60 e tra il ’75 e il ’78. A 3 vittorie consecutive per nazioni troviamo l’Italia dal ’49 al ’51 e il Belgio ’68-’70, ’87-’89 e ’98-2000. Back to back invece riuscito ad altre nazioni, Francia ’55 e ’56, Olanda ’83 e ’84, Italia 2001 e 2002 e la Svizzera nelle ultime due edizioni, doppiette consecutive per il Belgio avvenute invece nel ’62 e ’63, ’72 e ’73 e ben tre volte negli anni 2000: con Boonen nel 2005 e 2006, Devolder nel ’08 e ’09 e con Nuyens più lo stesso Boonen nel 2011 e 2012

Nazioni a secco

Mancano all’appello nel conteggio vittorie del Giro delle Fiandre, potenze contemporanee quali Australia e Spagna . Gli Aussie che lo scorso anno sono riusciti a marcare la prima Liegi e che hanno inaugurato le vittorie nelle Monumento solo nel 2007 con O’grady, potrebbero in futuro trovare spazio anche qui con un’interessante nidiata di talenti. Per loro manca anche il successo al Lombardia. Spagna che invece non ha vinto mai sulle pietre né del Fiandre né della Roubaix e che ha visto ritirarsi il corridore più adatto a queste corse ovvero quel Juan Antonio Flecha che ha sempre dimostrato un certo feeling al Nord, tanto da meritarsi il soprannome di Vanderflecha, e che ha conquistato l’unico podio qui e ben tre podi alla Roubaix. Anche se quest’anno ci sarà l’esordio su queste strade di un certo Alejandro Valverde. Occhio poi, già per questa edizione alla Polonia di Kwiatkwoski, alla Norvegia di Kristoff e Boasson Hagen alla Slovacchia di Sagan, ma soprattutto alla Repubblica Ceca di Stybar. Senza vittorie poi, troviamo anche la Russia (ma anche la ex unione sovietica) e la Colombia, e appare improbabile soprattutto per quest’ultima riuscire in tempi brevi ad essere competitiva su queste strade

 Statistiche per corridori

Tom_Boonen_2010_Giro_delle_Fiandre

Boonen al Giro delle Fiandre 2010

Nessun corridore nella storia è riuscito a vincere 4 volte al Giro delle Fiandre, come una specie di maledizione infatti, si fermano a 3 successi i belgi Buysse, Leman, Museeuw e Boonen, il nostro Magni e lo svizzero Cancellara. Per Cancellara e Boonen poi, non ci sarà quest’anno la possibilità di realizzare lo storico poker, essendo i due grandi protagonisti dell’inferno del Nord, a casa per brutti infortuni subiti in questi primi mesi di gara

Vittorie consecutive, il record del Leone delle Fiandre

Con la tripletta più volte citata, è Fiorenzo Magni il recordman assoluto di questa graduatoria, mentre il back to back è riuscito a: Gjissels (’31 e ’32) Buysse (’40 e ’41) Leman (’72 e ’73) Boonen (’05 e ’06) Devolder (’08 e ’09) tutti per il Belgio e allo svizzero Cancellara, vincitore delle ultime due edizioni.

Vittorie totali

Detto di chi si è fermato a 3 nella storia, a 2 successi invece troviamo solo atleti di casa più un olandese: Debaets, Vanstenbergen, Van Looy, Schotte, Merckx, l’olandese Raas, Van Hooydonck, Van Petegem e Devolder. Degli atleti in attività, se come detto Boonen e Cancellara non potranno migliorare i loro record per via degli infortuni, il solo Stijn Devolder tra i già vincitori potrà ambire di nuovo al successo, anche se l’ex campione belga in forza attualmente alla Trek, non è sembrato nella forma dei giorni migliori, di certo l’assenza del suo capitano Cancellara, paradossalmente non lo favorirà, se ricordiamo infatti, le sue due vittorie arrivarono proprio per l’esagerato marcamento subito dal suo capitano dell’epoca che gli permisero di avere via libera e di ottenere due sorprendenti vittorie. Tra i trionfatori degli ultimi anni, Nuyens (quello del ”Nuyens? Chi cazzo è?” della De Stefano esclamato in diretta dopo la sua vittoria) si è appena ritirato dopo un paio di stagioni molto negative mentre Ballan risulta ancora squalificato

Podi totali

I recordman di podi al Giro delle Fiandre sono i belgi Johan Museeuw 8 (3 volte primo 3 secondo e 2 terzo) e Briek Schotte 8 (2,2,4), alle loro spalle il Cannibale Eddy Merchx con 6 podi (2,0,4) a seguire l’olandese Raas 5 (2,0,3) Godefroot 4 (2,2,0) Van Petegem 4 (2,0,2) Tchmil 4 (1,0,3) Boonen 4 (3,1,0) e Cancellara 4 (3,0,1). Il record di secondi posti appartiene sempre a Museeuw con tre secondi posti, a pari merito con l’irlandese Kelly e il belga Hoste che hanno sì tre secondi posti a testa, ma non hanno mai vinto qui.

Record singolare

Ad Andrei Tchmil appartiene un record singolare, ovvero quello di essere riuscito a finire sul podio correndo sotto due differenti bandiere, infatti due dei tre terzi posti li ha fatti correndo per la Moldova, mentre la vittoria e l’altro terzo posto li ha ottenuti correndo sotto bandiera belga

Vittoria a più anni di distanza

Il record di back to back ottenuto a più anni di distanza appartiene a Walter Goodefroot che vinse i suoi due Giro delle Fiandre a 10 anni l’uno dall’altro (1968 e 1978) seguono a pari merito tre corridori: Briek Schotte (1942 e 1948) Eddy Merckx (1969, 1975) e Tom Boonen (2006 e 2012)

Nei prossimi giorni su queste pagine troveremo il percorso, la start list e l’analisi dei favoriti del Giro delle Fiandre 2015, edizione numero 99.

Sito ufficiale della corsa: http://www.rondevanvlaanderen.be/

 

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*